Come misurare la pressione arteriosa

 

Oltre 10 milioni di italiani soffrono di ipertensione arteriosa. Misurando la pressione arteriosa è possibile diagnosticare l'ipertensione arteriosa. È importante seguire regolarmente l’andamento della propria pressione. 

 

Il medico misura la pressione in studio

Il medico misura la pressione arteriosa con un misuratore di pressione e con uno stetoscopio. Il misuratore di pressione è costituito da un manicotto gonfiabile che permette di bloccare la circolazione arteriosa a livello del braccio.

Il manicotto viene sgonfiato progressivamente per poter sentire con lo stetoscopio il rumore del flusso sanguigno. Il primo battito percepito dal medico indica la pressione massima o sistolica, l’ultimo battito percepito indica la pressione minima o diastolica. La pressione arteriosa deve essere misurata a riposo, in altre parole seduti e rilassati.

Mi misuro da solo la pressione: auto-misurazione

Per monitorare meglio la pressione arteriosa su diversi giorni, potrebbe essere utile misurarsi da soli la pressione. Esistono diversi modelli di misuratori di pressione, semplici da utilizzare e venduti in farmacia.

È fondamentale rispettare le istruzioni d’uso e le indicazioni del proprio medico.

È particolarmente importante misurare la pressione sempre alla stessa ora, seduti dopo 5 minuti di riposo, 3 volte di seguito al mattino e alla sera, per diversi giorni consecutivi, e prendere nota immediatamente del risultato sulla scheda fornita, in modo da ridurre il rischio di errori.

 

 

Se viene proposta una registrazione con holter pressorio

L’holter pressorio è un dispositivo elettronico che permette di registrare le variazioni della pressione arteriosa in modo continuativo, in genere sulle 24 ore.

È costituito da un manicotto, simile a quello utilizzato dal medico in studio, collegato a una scatola di registrazione fissata alla cintura.

Procede a misurazioni ogni quarto d’ora nel corso della giornata e ogni mezz’ora durante la notte.

Permette di verificare la diagnosi di ipertensione o di controllare l'effetto di una terapia. Proprio per questo è importante prendere nota dell’ora in cui vengono assunti i farmaci.

È possibile che si verifichino errori nel corso della misurazione?

In alcune condizioni, la misurazione della pressione arteriosa potrebbe risultare falsata. L’assunzione di farmaci o di determinate sostanze (caffè, tè) potrebbe costituire una delle cause.

La misurazione della pressione presso lo studio del medico può comportare uno stress che ne determina l'aumento. Nel misurarsi la pressione, è necessario rispettare regole specifiche per evitare interpretazioni non corrette. L’auto-misurazione non è affidabile in caso di fibrillazione atriale.

Oltre 10 milioni di italiani soffrono di ipertensione arteriosa.

Misurando la pressione arteriosa è possibile diagnosticare l'ipertensione arteriosa.

 È importante seguire regolarmente l’andamento della propria pressione.